Condizionatore per Camper Portatile il Modello Giusto

Uno dei luoghi in cui sicuramente le temperature alte in estate si fanno veramente sentire è il camper. Per sopravvivere alle notti d’afa possiamo considerare l’acquisto di un condizionatore per camper portatile oppure di un condizionatore da tetto tipo quelli prodotti dalla Dometic.

Quale modello acquistare? Dove collegarlo se non abbiamo la corrente elettrica? Quanto costa? Sono tutte domande a cui cercheremo di rispondere.

La problematica numero uno in un camper è spesso l’assenza di corrente elettrica. Se ci troviamo in un campeggio, in una piazzola dove c’è la possibilità di connetterci ad una presa siamo già a cavallo. Il problema è che i condizionatori portatili assorbono molta elettricità e , spesso, la potenza massima che il campeggio ci concede è di 400-500 watt. Molte volte anche di meno. Quindi rischiamo di non avere “wattaggio” a disposizione per far partire il condizionatore. Dobbiamo acquistare il modello piú piccolo che troviamo, che assorba poca energia elettrica.

Condizionatori tetto per camper

sul mercato una delle marche leader di questo tipo di prodotti è DOMETIC. Questa azienda produce condizionatori a tetto per camper di grande potenza che possono essere usati sia quando si è un parcheggio che in marcia. Hanno un kit inverter per essere usati anche con la corrente continua della batteria.

Possiedono differenti potenze e modalità di uso, anche in pompa di calore per utilizzare il condizionatore in inverno. Costano un po’, a partire da 1300 euro, ma è la soluzione definitiva per chi vuole un condizionatore fisso da mettere sul tetto. Alcuni modelli vanno ad integrarsi perfettamente con la luce e presentano un doppio diffusore d’aria sia per camper fino a 6 metri, sia per veicoli piú lunghi.

Condizionatori portatili per camper

Uno di quelli adatti a questo scopo è il TROTEC PAC 2010 da 7200 Btu. La casa dichiara un “picco massimo” di consumo di 800 watt, non è poco, ma se lo fate lavorare al minimo con temperature giuste il condizionatore assorbe 300-400 watt. Il consiglio è quello di farlo lavorare al minimo e gradualmente aumentare per vedere se il carico regge. Altrimenti potete optare per QUESTO DEUMIDIFICATORE che consuma molto di meno. Il deumidificatore non è un condizionatore, ma abbassa il tasso di umidità che se alto disturba molto di piu’ dell’ aria calda. Quindi deumidificatore e ventilatore sono molto efficaci per farci dormire bene all’ interno di un camper. Aggiungiamo anche che il deumidificatore non ha il tubo di scarico dell’ aria calda che dobbiamo collegare all’ esterno.

condizionatore-portatile-per-camper

Ci sono poi altre soluzioni fatte ad hoc per i camper. Questo condizionatore per camper utilizza un motore esterno che si collega alla finestra ed è connesso con l’unità interna. Consuma appena 500-600 watt e per prestazioni è superiore ad un modello portatile. Il motivo è presto spiegato: ha il motore esterno che è meno compresso rispetto a quello di un portatile.

Euromac AC2400 Climatizzatore split system Bianco

Prezzo: 560,00 €

1 Nuovo e usato disponibile da 560,00 €

Se invece ci troviamo in un luogo isolato, dove non c’è la corrente elettrica, possiamo utilizzare la batteria del camper come fonte energetica. Ricordiamo però che la batteria si scarica e quindi andrà ricaricata il giorno dopo. Quindi si tratta di una soluzione per una notte o anche di meno. Dobbiamo acquistare QUESTO KIT INVERTER. Questo apparecchio si collega con i morsetti, forniti, alla batteria e trasforma la corrente continua in alternata. Possiamo quindi collegare qualsiasi utenza elettrica, quindi condizionatore, tv, pc, all’ inverter che viene alimentato. La casa dice che l’inverter supporta fino a 1200 watt, l’abbiamo provato e arriva a 1000 watt, ma per noi va benissimo. In fondo 1 KW è tanto. Come detto attenzione a non scaricare la batteria elettrica, se ne avete un altra di ricambio meglio ancora, la potete alternare ricaricando quella che avete consumata.

Ci sono altrimenti altre soluzioni che vi consentono di “arieggiare” il camper o il caravan usando dei rinfrescatori o evaporatori per camper. Apparentemente sembrano dei condizionatori portatili, ma nella realtà sono dei ventilatori che si avvalgono di acqua e ghiaccio per rinfrescare l’aria ventilata. Quindi se utilizzano il ghiaccio dovete avere un piccolo freezer nel camper dove mettere precedentemente il portaghiaccio da inserire, altrimenti usate della normale acqua. Un modello molto valido è ARGOCLIMA BEAR che assorbe pochissimo, appena 65 watt. Ha 3 velocità, è dotato di telecomando e programmazione timer. L’acqua serve per rinfrescare l’aria che esce anche “purificata” priva di polveri che nei camper sono spesso presenti e danno molto fastidio a chi soffre di allergie.

Ricordiamo che un rinfrescatore o purificatore come qualcuno lo chiama NON E’ un climatizzatore per camper, non fa scendere la temperatura, ma provoca comunque una sensazione di freschezza e benessere.

Un marca che sicuramente si è distinta nelle produzione di condizionatori per CAMPER è sicuramente DOMETIC. Si tratta di prodotti di alta qualità che si installano sul tetto. Si montano facilmente e possono essere utilizzati sia in marcia che durante la sosta. I prezzi sono “importanti” , ad esempio il modello FRESHJET 1700 da 5800 BTU costa circa 1400 euro, è dotato di telecomando e la luce ambiente è montata sul diffusore.

Leave a Reply